X

Blog ed eventi

Al civico …

Eri al solito posto

gli occhi socchiusi

e le notti insonni

guardavi oltre lo stradone 

e non un lamento

mai una ribellione

immobile, ritto

fiutavi l’aria 

con un’indifferenza

dentro un’attesa

che sembrava 

non finire mai.

non mi guardavi

e quel tuo modo d’essere

andava dritto al cuore.

Solo,

Solo,

tu lo sentivi,

abbandonata anch’io

come Te

da chi ci disse Amore.

Dimenticata anch’io

come Te

come un oggetto inutile

che non diverte più.

Io e Te

così diversi

eppure infondo

un poco uguali

e ci bastò solo uno sguardo!

Te lo giuro,

Tu non avrai padroni 

ed io non sarò più il gioco di nessuno,

se non di un Amore

strano ma possibile

tra un bastardo con il pelo

ed uno senza,

ma se volete

ugualmente umano. 

Poesia dedicata al randagismo, nello specifico a Zozzino, un bellissimo gatto bianco e nero che rimarrà nel nostro cuore!

Poesia scritta da – ALESSANDRO INGUSCIO -

Tags: